Seminomadi e sedentari

Le nostre percezioni sono spesso condizionate da sottintesi che fatichiamo a portare a livello consapevole ma che continuano ugualmente ad agire pesantemente.

            Noi, ad esempio, contrapponiamo la vita “in città” a quella “naturale, contadina”, integrando idealmente in un quadro armonico la coltivazione della terra e l’allevamento.

            Per lunghi tempi della storia dell’umanità non fu però così, e anche l’Antico Testamento ce lo attesta. Dietro alla vicenda di Caino ed Abele, per esempio, c’è anche la contrapposizione tra un mondo della pastorizia, seminomade, che viveva come una innaturale privazione di libertà la coltivazione dei campi, i cui contadini, peraltro, sentivano come una minaccia la migrazione incontrollata di greggi che spesso finivano con il mangiarsi ciò che con fatica erano riusciti a far crescere.

            Diventa allora particolare e interessante una innovazione liturgica (la liturgia è specchio della realtà, che pure contribuisce a plasmare) che viene attribuita a Giosia (2 Re 23), con la fusione in una sola data di due feste originariamente separate: da una parte la mietitura dell’orzo, dopo aver purificato i depositi delle scorie dell’anno precedente, come anticipo della ben più nutriente mietitura del grano; dall’altra la partenza dei pastori per i pascoli estivi, in transumanza, all’inizio della primavera, non appena il tempo si fosse stabilizzato. Ecco una «pasqua come non era mai stata celebrata dal tempo dei giudici» (2 Re 23,22; peraltro, il tempo dei giudici, chi se lo ricordava?), che raccoglie in sé anche l’elemento più storico del ricordo dell’uscita dall’Egitto.

Giosia fonde queste tre tradizioni, spingendo due gruppi umani in tendenziale tensione (anche se ormai, al suo tempo, c’erano anche già tanti che vivevano in città) a riconoscersi a vicenda, a ritrovare nell’altro una modalità diversa di celebrare qualcosa di comune.

La modalità biblica è sempre quella di ampliare, di integrare, inglobare, per provare a non escludere nessuno.